6 settembre 2015

Momenti


Il dolore di oggi fa parte della felicità di ieri. 
(Viaggio in Inghilterra)

Ci sono momenti, che vale la pena vivere, anche se portano dolore.

Attimi scolpiti nell’anima, istanti tatuati nel cuore, palpiti incisi su una pietra.

Sono parte di noi a tal punto, che sono noi, diventano noi, perché noi, in fondo, viviamo solo per quelli.

Purissimi come l’acqua cristallina di un laghetto di montagna e selvaggi come un prato d’alta quota, su cui corrono cavalli imbizzarriti, riescono a squarciare il cielo più nero, liberando i raggi della luna dalle sue catene.

Abbandonare la speranza di viverli, significherebbe morire.


Io voglio vivere.

2 commenti:

  1. Esattamente, Principessa, sono le emozioni che ci travolgono e lasciano segni invisibili ma ci modificano...meglio soffrire e vivere piuttosto che temerle e rischiare di diventare sterili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, Leda, che proprio di recente, ma di recente proprio, una persona mi ha detto ..."Ogni cosa che fai ti porta in una differente direzione e il paesaggio muta ogni volta ... il paesaggio è la vita".
      E tu mi parli di segni invisibili che ci modificano.
      In fondo è lo stesso, no?

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...