21 ottobre 2015

Perché mi chiamo Haydée?



Vi ho già raccontato la storia di Haydée.

Quello che invece non vi ho ancora detto è perché porto questo nome.

Moltissimi anni fa, parlando con un mio amico, scoprii per caso che lui, per gioco, si faceva chiamare Edmond Dantès.
In quel periodo mi sentivo molto legata a questa persona.
Un caro amico, niente più, ma mi piaceva passare del tempo con lui.

Quasi per instaurare un legame più forte, come se un nome avesse questo potere, presi a farmi chiamare Principessa Haydée.
Avevo letto da poco Il conte di Montecristo.

L'amico in questione ha smesso da tempo di chiamarmi così.
Ogni tanto si ricorda di quel soprannome e lo tira fuori quasi per voler rimarcare, che una volta fra di noi c'era un'affinità che ora non c'è più.
Lo usa per prendermi in giro, ecco.
A ben pensarci, ora, quel nick pronunciato da lui mi pare persino ridicolo.

Nonostante tutto quel nomignolo - che ho continuato ad indossare come se fosse un abito comodo, avvolgente, perfetto per me - è sopravvissuto. 
Non tanto per merito mio, che forse l'avrei anche lasciato andare, ma semplicemente perché ho conosciuto qualcuno che di quel nome si è innamorato e quel nome ha continuato ad usare.

C'è insomma chi, ancora oggi, mi chiama Principessa.

2 commenti:

  1. Magari è stato il "nomignolo" a scegliere te: allora non puoi che essere una Principessa e sempre lo rimarrai: dunque indossa fiera il tuo nick, anche con quell'amico un pó riccio... ;)

    E intanto so, giusto appunto che ti ho "conosciuta" oggi, perchè Principessa Haydée :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu dici, Regina? Non ci avevo mai pensato, non in questi termini almeno.
      Ci mediterò.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...