19 dicembre 2015

Il ritmo della vita


Mi è mancato il respiro
Letteralmente.

Mi si sono piegate le gambe.
All'istante.

Il cuore è impazzito.
Impossibile calmarlo.

I pensieri si sono accavallati.
Tantissimi.

Le lacrime sono spuntate.
Difficile trattenerle.

Può lo striminzito paragrafo di un libro generare tutto questo?
La risposta è sì.

È stata dura, durissima.
Praticamente uno schiaffo.
All'inizio almeno è stato così.

Poi è subentrata la rabbia
Avrei voluto urlare da quanta era.

Alla fine ho detto grazie a chi l'ha scritto.
Per avermi fatto sentire meno sola.


Le persone creative sono particolarmente efficienti per quanto riguarda l'organizzazione della propria vita, la scelta delle attività da svolgere e dei momenti in cui svolgerle. Questo perché capiscono l'importanza del ritmo della vita quotidiana per la salute, la produttività e l'efficienza. Costoro non si impongono degli orari perché costretti, ma per ascoltare il proprio io fisiologico, ormonale e biologico.
(Dominique Loreau - L'arte delle liste)


Dedicato a chi, questo, non l'ha mai capito.
Continua a leggere...

16 dicembre 2015

In cammino


Ogni cosa che fai ti porta in una differente direzione e il paesaggio muta ogni volta.
Il paesaggio è la vita.

Praticamente siamo in viaggio ...

La vita è esattamente un viaggio.

(dialogo)


Non certo un'affermazione rivoluzionaria, ché il viaggio come metafora della vita ha origini molto antiche e si porta appresso una storia millenaria.

Un conto è, però, pensarci razionalmente.
Altra cosa è, abbandonata la ragione, sentire che è veramente così.

Camminare inconsapevolmente e procedere, cominciando a percepire la strada, i segnali lungo di essa, ricordando il punto di partenza, ripercorrendo le tappe raggiunte, intravvedendo - forse - il punto di arrivo è, credetemi, tutta un'altra cosa.

Quella sensazione persistente, l'esigenza quasi vitale di dire no, il non volersi privare di certi momenti, l'impressione di affondare.
Un nome, scelto tantissimo tempo fa senza un motivo apparente, che racchiude una storia.
Che tutto questo abbia un senso?

Un #LoGbOoK - diario di bordo - dentro una R(i)evolution - una r(i)evoluzione.
Crederete mica che l'abbia pianificato, vero?

Forse sono molto più dentro al viaggio, di quanto potessi immaginare.
Continua a leggere...

9 dicembre 2015

Sul mio comodino: La proprietà transitiva



Che modo strano cominciare a parlare di un libro facendovi ascoltare un brano di De Andrè, direte voi.
Niente è lasciato al caso, qui, neanche la scelta di questo brano. Basta solo andare per ordine e tutto sarà svelato.

Qualche mese fa sulla mia bacheca facebook è apparso l'invito a partecipare a un evento per me irrinunciabile: la presentazione  di un romanzo scritto a quattro mani dal mio Professore di Lettere del Ginnasio (Nelson Martinico) e da suo figlio (Federico Ligotti).


Il fatto che la presentazione del libro avvenisse anche vicino casa mia ha messo fine a ogni dubbio e perplessità. Mi sono presa qualche ora di ferie dagli uomini di casa e sono andata.

E ho fatto bene, anzi benissimo! Ora, dopo aver letto il libro (in tempi un tantino biblici) sono qui che ve lo racconto.

Ve lo racconto partendo dalla canzone di De Andrè "Princesa" perché è da li che partono i due autori a raccontare la loro storia.
Continua a leggere...